11 settembre 2007

9 agosto 2007 - Livingston-Rio Dulce. Tutti in lancia

Sorpresa: questa mattina all’imbar- cadero di Livingston scoviamo Thierry e Flo a bordo di una lancia. Peccato che stiano per lasciare Livingston alla volta di Flores. E, comunque, noi siamo in partenza per il tour in lancia organizzato dal lanchero che ci ha portato fin qui. Il giro comprende Los Siete Altares, un passaggio più veloce della luce al Rio Cocoli (nel senso che il lanchero ci dice dalla barca “questa è playa Cocoli, ma è chiusa”) e l’approdo alla Playa Blanca, dove la playa è in effetti bastante blanca, ma dove il mare è un po’ verde marcio (e visto che trattasi di Mar dei Caraibi la cosa è quanto meno sorprendente). Bah, ci dicono che sarebbe stato meglio raggiungere a piedi Los Siete Altares e ne siamo coscienti perché la parte più interessante sta nella strada che è anche l’area in cui abitano i Garifuna, discendenti di neri ribellatisi alla schiavitù (e poi: anche no, visto che, unica al mondo in un gruppo alquanto misto, riesco a sudare siete camicie per guadare l’acquetta che porta alla cascata), ma in ogni modo i nostri stretti tempi non ce lo permettono: Pinocchietto e io stasera dormiamo a Rio Dulce e non possiamo tardare troppo a imbarcarci sulla lancia di ritorno.


(nella foto: la Playa Blanca, Livingston)

2 commenti:

bonaventura ha detto...

si deduce che (mica difficile, del resto, non è una deduzione brillante) conosci lo spagnolo piuttosto bene...notizie della signora manchu? ah, credo anche di aver capito perché scrivi guide turistiche...buona giornata cara v. bonav.

virginie ha detto...

mica tanto, lo sto studiando. ma lo leggo e, in generale, lo capisco piuttosto bene.
La signora Menchu è eliminata dalla corsa. Il fascista è primo. Ti riporto la news di peacereporter: "Si è concluso ieri il primo turno delle presidenziali in Guatemala: con un quarto delle schede scrutinate, l'ex-generale dei servizi segreti militari, Otto Perez Molina, è in vantaggio con il 26 percento delle preferenze, seguito dal businessman Alvaro Colom e da Alejandro Giammattei, entrambi con il 22 percento. Se nessuno dei candidati otterrà la maggioranza assoluta, il 4 novembre prossimo si avrà il ballottaggio tra i due candidati meglio piazzati. Molina ha condotto la campagna elettorale promettendo di migliorare la sicurezza nel Paese, vittima delle continue violenze innescate dalle lotte tra i cartelli della droga e le gang di strada. Nella sola campagna elettorale sono morte 50 persone, il bilancio più pesante dalla fine della guerra civile nel 1996".
hai capito perché scrivo guide turistiche? oh bella, perché me le chiedono. buona giornata anche a te, sweetie

Licence Creative Commons
Ce(tte) œuvre est mise à disposition selon les termes de la Licence Creative Commons Attribution - Pas d’Utilisation Commerciale - Pas de Modification 3.0 non transposé. Paperblog